monaco di baviera

Monaco di Baviera

di Fabio Riva

Monaco di Baviera si trova, come dice il nome, nella regione Bavarese della Germania, la parte più a sud, confinante con L’Austria e con la Repubblica Ceca.
Con 1,5 milioni di abitanti circa, Monaco è la terza città tedesca dopo Berlino e Amburgo, importante centro turistico e congressuale, famosa per ospitare l’Oktoberfest, la festa della birra più importante di tutta Europa.
È una realtà dalle mille facce, capace di entrare nei cuori di chi la visita, con un connubio di tradizioni e modernità. Monaco è raggiungibile in macchina da Milano in circa 5 ore o in aereo in poco più di 1 ora.

Vale la pena attrezzarsi con una City Tour Card, che con un costo di 45€ a persona o 60€ per gruppi fino a 5 persone, permette di utilizzare tutti i mezzi pubblici (inclusi i collegamenti con l’aeroporto) per 3 giorni ed include anche diversi ingressi a musei ed attrazione della città (ci sono card che valgono anche per un solo giorno, ma per vivere appieno la città di Monaco, vale la pena starci 3 o 4 giorni).

Dall’aeroporto di Monaco di Baviera è possibile raggiungere il centro comodamente con un treno. Ci sono due linee che portano in centro, la S1 e la S8. Il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti, trovandosi l’aeroporto abbastanza fuori dalla città . Si arriva così alla stazione centrale di Monaco.
Qui si ha già un impatto più che positivo, la stazione è enorme, con un piano sotterraneo, dove partono tutte le linee metropolitane piene di negozi, edicole, ristoranti, ecc. e dove si iniziano già a sentire i profumi delle specialità bavaresi. Al piano superiore, dove partono invece le linee dei treni, ci sono diversi negozi di bigiotteria e souvenir, dei bar e ristoranti e dei chioschetti dove si può mangiare qualcosa fino a notte tarda.
Dalla stazione centrale è possibile raggiungere il centro della città in circa 10 minuti a piedi.
Arrivati alla piazza Karlsplatz, dalla quale parte la via del centro, ci si trova dinnanzi ad una grande porta bianca a tre archi, che accoglie le persone in quella che è la via più turistica della città.
Costeggiando i numerosi negozi, ci si dirige verso la Marienplatz, la piazza principale della città, dove si trova il “Municipio Nuovo” (Neues Rathaus), un imponente palazzo in stile Neogotico, che copre tutto un lato della piazza e che ospita l’imponente torre dell’orologio e il Carillon, il più grande della Germania e uno dei maggiori al mondo, composto da statue che alle ore 11.00 e 12.00 “danzano” su due distinte scene. Per secoli questa piazza fu teatro dei maggiori avvenimenti pubblici. Al centro della piazza, troviamo la barocca “Colonna della Vergine”, eretta nel 1638 per commemorare la fine dell’invasione svedese.
Con una breve camminata, si può raggiungere l’Englischer Garten (il Giardino inglese), il “polmone verde” della città, un’enorme distesa naturale che dal centro si estende fino in periferia e dove è possibile fare un’incantevole passeggiata. È uno dei parchi cittadini più grandi del mondo assieme al Central Park di New York.

Al suo interno vi troviamo anche ruscelli e laghetti, da vedere sicuramente il “Monopteros”, un monumento rialzato a cupola posto su una collinetta, dalla quale si riescono a vedere le numerose chiese di Monaco, oppure la Chinesischer Turm (torre cinese), che ospita uno dei più grandi biergarten della città.
Vicino al English Garden, si può visitare anche “l’Hofgarten”, un giardinetto molto caratteristico, posizionato di fronte alla Residenz, residenza degli ex re di Baviera.
Si presenta come uno dei palazzi reali più grandi di tutta Europa, abitato dalla famiglia dei Wittelsbach fino alla caduta della monarchia nel 1918.

Una delle destinazioni obbligatorie se si visita Monaco di Baviera sono i famosi Castelli Bavaresi.
I Castelli si trovano piuttosto distanti da Monaco, verso sud, il tragitto è di circa 2 ore.
Dalla stazione Centrale di Monaco infatti, si può prendere il treno ed arrivare a Fussen. Da lì si possono trovare gli autobus che portano direttamente ai Castelli, più precisamente a Hohenschwangau.
Non è possibile infatti salire con autobus o auto fino ai castelli, ma bisogna fare una salita a piedi per arrivare alla biglietteria. Da li, partono due percorsi: uno porta al Castello di Hohenschwangau, il primo ad essere stato costruito, l’altro porta al castello di Neuschwanstein, il meraviglioso Castello bianco da cui ha preso spunto Walt Disney per le sue fiabe. Non sono percorsi impegnativi, ma richiedono circa trenta minuti di cammino.
In alternativa c’è la possibilità di prendere delle carrozze trainate da cavalli che vi lasceranno direttamente di fronte agli ingressi dei castelli.
Per quanto riguarda i biglietti di ingresso ai castelli, è sempre meglio prenotarli in anticipo sul sito ufficiale, in quanto c’è sempre moltissima gente e si entra nei castelli a gruppi. In questo modo si evitano lunghe code.
Il Castello di Hohenschwangau risale al 12° secolo, quando venne edificato dai cavalieri di Schwangau come fortezza. Alla caduta dei cavalieri, il castello venne abbandonato ed acquistato successivamente dalla famiglia dei Wittelsbach che ne fecero un eccellente restauro.
Qui Ludwig (Ludovico II Von Wittelsbach), sovrano di Baviera dal 1864 al 1886, trascorse felicemente gli anni della sua infanzia e della sua gioventù, cosa che influì sicuramente sul suo carattere sensibile e sognatore.
Il Castello di Neuschwanstein fu fatto costruire dal sovrano Ludwig come luogo di ritiro personale ed omaggio all’amico musicista Richard Wagner. È uno dei castelli più visitati d’Europa ed ha ispirato Walt Disney, che lo prese a modello per il suo Castello delle Fiabe.
Alla fine della visita, c’è la possibilità di prendere un sentiero che costeggia il castello, e che porta ad un punto panoramico eccezionale.

Altra tappa da non perdere è la “Bräuhaus Strabe”, dove si trova la Hofbräuhaus, la più antica e celebre birreria di Monaco di Baviera. Costruita nel 1589 dal duca Guglielmo V, permise la fornitura continua di birra alla corte bavarese e all’esercito. L’attuale edificio che ospita l’Hofbräuhaus è stato inaugurato nel 1897 ed attualmente è gestita dalla famiglia Sperger.

Se si è attratti dalla conoscenza e dalla scoperta, è obbligo visitare il Deutsches Museum, il museo della scienza e della tecnica più grande d’Europa. Per visionarlo tutto, bisogna passarci un’intera giornata, talmente è grande e pieno di cose da vedere. Il museo sorge su una piccola isola del fiume Isar, un tempo occupata da caserme che venne poi destinata nel 1903 alla costruzione del museo.
In ogni piano ci sono diverse sezioni, ognuna delle quali parla di argomenti differenti. Troviamo infatti una ricostruzione di miniere, una sezione dedicata all’evoluzione delle auto, una sezione per gli aerei, una per le navi, con tanto di ricreazione di una plancia di comando e di un sottomarino. In altre sezioni troviamo un planetario, l’evoluzione dell’informatica, esperimenti di Fisica e tanto altro. Un’esposizione di manufatti ed oggetti tecnologici da non perdere assolutamente.

Se si vuole invece passare un momento rilassante, vale la pena visitare le Terme di Erding. Queste, situate un po’ fuori da Monaco, nella relativa città, costituiscono il parco termale e acquatico più grande d’Europa. Questo paradiso termale è costituito da 4 strutture, dove troviamo piscine riscaldate, idromassaggi, saune, angoli di relax e ristoro, ed un grosso parco acquatico con scivoli e percorsi, tutto al coperto, ed accessibile quindi in qualsiasi momento dell’anno. C’è inoltre la possibilità di mangiare in uno dei diversi ristoranti e bar presenti nel centro. C’è addirittura un bar interno ad una delle piscine, dove si possono consumare drink direttamente nell’acqua. Erding è l’ultima fermata della metro verde (linea S2) e ci si impiega circa un’ora di tragitto dal centro di Monaco.

Per chi invece è appassionato di sport, troviamo anche l’Allianz Arena, simbolo calcistico della città, sede della squadra di calcio Bayern Monaco. La vista di questo stadio è davvero spettacolare, soprattutto per via delle forme imponenti e moderne, che assumono di sera dei colori spettacolari. Al suo interno vi si trova inoltre un negozio di articoli sportivi legati alla squadra del cuore di tanti Tedeschi e Italiani.

Monaco è una città molto curata, ordinata, per tutti i gusti e per tutte le tasche, che sicuramente saprà lasciare a chi la visita una voglia nel cuore di ritornarci e rivivere la sua magnifica atmosfera.