Schermata 2023-04-14 alle 15.24.02

TURISMO SCIISTICO

di Fabio Riva

Il turismo sciistico rappresenta una delle attività turistiche invernali più popolari al mondo, con milioni di appassionati che ogni anno si recano in montagna per vivere momenti di svago e divertimento. Questa forma di turismo ha un impatto significativo sull’economia delle zone montane, generando entrate per le imprese locali, creando posti di lavoro e sviluppando l’intera filiera turistica locale.

La stagione 2020/2021 è stata particolarmente difficile per il settore e il turismo invernale completamente azzerato dalla pandemia. L’inverno successivo, la montagna italiana non è riuscita a raggiungere i livelli pre-Covid, anche se il comparto ha generato un fatturato totale di 8,74 miliardi di euro, rispetto ai 538 milioni della stagione precedente. Una situazione di forte ripresa nel 2022 che ha rappresentato una boccata  d’aria per molte regioni montane italiane, come la Valle d’Aosta, il Trentino-Alto Adige, la Lombardia e il Piemonte, in cui il turismo invernale e sciistico rappresenta un’entrata molto importante.

L’industria turistica dello sci richiede un’importante infrastruttura, come le piste da sci, gli impianti di risalita, gli alloggi e i ristoranti. Queste infrastrutture richiedono investimenti significativi e continuativi per mantenerle e svilupparle nel tempo. Tuttavia, sono anche una fonte di occupazione e sviluppo economico per le zone montane, creando posti di lavoro diretti e indiretti, ad esempio nella costruzione, manutenzione e gestione delle infrastrutture stesse.

Infine, il turismo sciistico può contribuire alla promozione del patrimonio culturale e turistico italiano, promuovendo l’immagine delle regioni montane italiane nel mondo e attirando un pubblico internazionale sempre più vasto.

 

COME SCEGLIERE UNA DESTINAZIONE

La scelta della destinazione sciistica giusta può fare la differenza per una vacanza sulla neve indimenticabile. 

In questo senso, esistono molte località sciistiche in Italia e all’estero, ciascuna con caratteristiche uniche e specifiche.

Per scegliere la destinazione giusta, è importante considerare diversi fattori. Ad esempio dovrebbe essere in grado di soddisfare le esigenze dei diversi tipi di sciatori, dai principianti ai più esperti, con una vasta scelta di piste da sci di diversi livelli di difficoltà, che permettano di sciare in modo sicuro e divertente.

Un altro fattore importante da considerare è il clima e le condizioni meteo. La neve fresca e la temperatura ideale sono elementi essenziali per una buona esperienza sciistica. Per questo motivo, molte località sciistiche investono nella produzione di neve artificiale per garantire condizioni di sci ideali anche quando il meteo non è favorevole.

Inoltre alcune località sciistiche offrono un’ampia scelta di attività complementari allo sci, come lo snowboard, le passeggiate con le ciaspole, lo slittino, l’arrampicata su ghiaccio e molto altro, cosa che può essere un vero plus per chi vuole vivere un periodo di vacanze e provare differenti esperienze sulla neve. Inoltre, molte destinazioni sciistiche offrono una vasta scelta di servizi accessori, come ristoranti, bar, negozi di abbigliamento tecnico e centri benessere, per offrire un’esperienza a 360°.

Infine, la scelta della destinazione sciistica giusta dipende anche dal budget a disposizione. Alcune località sciistiche possono essere molto costose, mentre altre offrono soluzioni più economiche senza rinunciare alla qualità dei servizi offerti.

 

LOCALITA’ ITALIANE

In Italia, ci sono numerose località sciistiche che attirano ogni anno un consistente bacino turisti da tutto il mondo. Alcune delle più ambite sono:

  • Cortina d’Ampezzo: situata nelle Dolomiti, è una delle località sciistiche più conosciute e glamour d’Italia, famosa anche per aver ospitato le Olimpiadi invernali nel 1956.
  • Val Gardena: situata sempre nelle Dolomiti, è una delle località sciistiche più grandi e popolari d’Italia, nota per le sue piste panoramiche e il paesaggio mozzafiato.
  • Sestriere: situata in Piemonte, è una delle località sciistiche più importanti del Bel Paaese, nota anche per aver ospitato i Giochi Olimpici invernali del 2006.
  • Madonna di Campiglio: situata nelle Alpi del Brenta, è una delle località sciistiche più esclusive, conosciuta per le sue piste di alta qualità e il paesaggio montano spettacolare.
  • Courmayeur: posta alle pendici del Monte Bianco, è una delle località più esclusive e glamour del panorama sciistico italiano, famosa per la sua cucina raffinata e la sua vita notturna vivace.
  • Alta Badia: situata nelle Dolomiti, è una delle località sciistiche più frequentate grazie alle sue piste ben curate e il paesaggio montano spettacolare.
  • Livigno: situata in Lombardia, è una delle località sciistiche più popolari d’Italia, nota per la sua atmosfera vivace e la sua vasta scelta di attività oltre allo sci.

 

Queste sono solo alcune delle destinazioni sciistiche più ambite in Italia, ma ce ne sono molte altre, ciascuna con le sue caratteristiche e specificità.

 

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Lo sci è un’attività che richiede un certo livello di preparazione fisica e tecnica, quindi è importante scegliere l’abbigliamento e l’attrezzatura giusta per garantire una buona esperienza sulla neve. In questo senso, l’attrezzatura da sci è composta da vari elementi, ognuno dei quali ha una funzione specifica.

Innanzitutto, è fondamentale indossare abbigliamento tecnico adatto alle basse temperature e alle condizioni meteorologiche. Gli indumenti devono essere in grado di isolare il corpo dal freddo e dall’umidità, ma allo stesso tempo devono permettere la traspirazione per evitare la sudorazione eccessiva. Solitamente, l’abbigliamento da sci include giacca e pantaloni impermeabili e traspiranti, maglione termico, guanti, scaldacollo, calze termiche e casco.

L’attrezzatura necessaria comprende sci, scarponi e bastoncini. Gli sci devono essere scelti in base alle proprie esigenze e livello di esperienza. In generale, gli sci da discesa sono divisi in categorie in base alla lunghezza, alla rigidità e alla forma, a seconda del tipo di pista e dello stile di sciare. Gli scarponi devono essere invece scelti in base alla morfologia del piede e alla capacità di adattarsi agli sci. Infine, i bastoncini sono fondamentali per l’equilibrio e la stabilità sulle piste.Noleggiare l’attrezzatura da sci è una soluzione conveniente e pratica, soprattutto per chi non ha intenzione di sciare spesso. Ciò permette di non affrontare spese a vuoto e di avere sempre attrezzature idonee allo svolgimento dell’attività sciistica. Gli sci e gli scarponi devono infatti essere regolarmente controllati e sottoposti a manutenzione, ad esempio affilando gli sci e sostituendo le punte dei bastoncini.

 

SCI E SALUTE

Lo sci è un’attività fisica ad alto impatto che coinvolge molti muscoli del corpo. Sciare regolarmente può migliorare la forza muscolare, la resistenza, la flessibilità e l’equilibrio. Inoltre può aiutare a mantenere un peso sano e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, poiché si tratta di un’attività che aumenta la frequenza cardiaca.

Può aiutare inoltre a ridurre lo stress e migliorare l’umore. L’esercizio fisico in generale è noto per rilasciare endorfine, sostanze chimiche del cervello che migliorano l’umore e riducono lo stress. Inoltre, lo sci richiede concentrazione e attenzione, aiutando a liberare la mente dai pensieri negativi.

Richiede infatti un alto livello di coordinazione, sia a livello muscolare che a livello cerebrale. Sciare regolarmente può migliorare la coordinazione e l’equilibrio.

Insomma, un’attività sicuramente positiva da vivere da soli o con i propri amici e la propria famiglia.

 

EVOLUZIONE NEGLI ULTIMI ANNI

Il turismo sciistico in Italia ha subito una trasformazione negli ultimi anni, con nuove tendenze che si stanno facendo strada, come lo snowboard e l’escursionismo in motoslitta. Queste attività offrono un’esperienza diversa e sono particolarmente apprezzate dai giovani, che cercano nuove sfide e una maggiore libertà di movimento rispetto allo sci tradizionale.

C’è anche una crescente preoccupazione per gli effetti del turismo sciistico sull’ambiente. Le piste da sci possono danneggiare l’ecosistema circostante, alterando la fauna e la flora locali. Inoltre, l’aumento del traffico turistico può causare problemi di congestione e inquinamento ambientale. Per questo motivo, molte località sciistiche stanno cercando di ridurre il loro impatto sull’ambiente, adottando politiche di turismo sostenibile e investendo in tecnologie verdi.

Nonostante questo, il turismo sciistico rimane una fetta importante del turismo del Bel Paese e rimane una delle attività di svago e divertimento più apprezzate da adulti e bambini.