Schermata 2023-04-14 alle 15.24.16

QUANTI TIPI DI ALBERGO ESISTONO?

di Bernie Gallotta

In questo articolo gradirei farti fare un’idea riguardo a tutte le tipologie di strutture ricettive esistenti per fare chiarezza sul tema. Vediamole subito insieme!

Esistono diversi parametri per diversificare le varie tipologie di hotel, tra i più noti possiamo evidenziare le seguenti:

Tipologie di hotel per destinazione

Di sicuro, la distinzione più nota a tutti è quella che suddivide gli alberghi per tipologie in base alla destinazione prevalente. Vediamone insieme alcuni esempi:

Alberghi: tra le varie tipologie esistenti focalizzo la mia attenzione verso una ancora poco conosciuta ma che si sta prendendo sempre più spazio nel mondo turistico, è l’albergo diffuso che si disloca in immobili diversi presenti in uno o più comuni. Questo tipo di struttura ricettiva promuove forme di turismo rispettose dell’ambiente locale ed è di norma situata in zone geografiche di interesse ambientale e architettonico

Bed and Breakfast: sono strutture private, spesso a conduzione familiare, con un massimo di dieci posti letto. Offrono ai propri ospiti alloggio e prima colazione in un ambiente familiare e confortevole.

Agriturismi: di norma ubicati in zone rurali e gestiti da imprenditori agricoli, hanno un arredamento essenziale e offrono ai propri ospiti servizio ristorante con prodotti locali, spesso di produzione propria. In questo tipo di strutture i turisti possono soggiornare in perfetta armonia con la natura, che sia in collina o montagna.

Alberghi di cura: questo tipo di strutture ricettive è situato di solito in zone termali ed utilizza le risorse naturali presenti nel luogo per offrire ai propri clienti soggiorni benessere.

Centri benessere: anche definiti beauty hotel, queste strutture offrono ai propri ospiti centri di terapie fisiche o culturali e puntano ad offrire ai propri Ospiti servizi che li aiutino a raggiungere un benessere psico-fisico.

Alberghi sportivi: strutture ricettive dotate di impianti sportivi e assistenza di istruttori specializzati, spesso visitate da atleti, agonistici e non.

Alberghi congressuali: questo tipo di strutture punta a un target di turisti che viaggiano per lavoro. Per questo, sono spesso equipaggiate con sale conferenze, saloni per convegni e anfiteatri per congressi.

 

Tipologie di hotel per dimensioni

Il modo più semplice per differenziare i tipi di hotel è per grandezza. Infatti, in base alla capienza, varieranno anche i vari servizi offerti:

  •     I mega alberghi, ad esempio, offrono una struttura di oltre 300 camere e servizi completi e molto diversificati.
  •     I grandi alberghi, invece, offrono servizi abbastanza completi e camere che vanno dalle 100 alle 300.
  •     I medio-grandi alberghi, variano dalle 50 alle 100 camere e offrono di norma il servizio ristorante più altri servizi, come impianti sportivi, sale riunione o il servizio bar.
  •     Gli alberghi medi vanno dalle 25 alle 50 camere e non sempre mettono a disposizione il servizio ristorazione più qualche servizio in più pensato per una clientela minore.
  •     Infine, gli alberghi piccoli. Queste strutture possono raggiungere le 25 camere e offrono ai loro ospiti solo i servizi essenziali.

 

Tipologie di hotel per stagionalità

Un’altra forma di suddividere i tipi di albergo è per stagionalità. Infatti, anche in base alla zona geografica in cui si trovano, gli hotel possono mantenere un’attività più o meno costante durante l’anno. In questo caso, si dividono in:

Alberghi annuali o ad attività costante, cioè strutture che rimangono attive per tutto l’arco dell’anno. Un esempio possono essere gli Hotel delle grandi città.

Alberghi con attività altalenante, cioè strutture che hanno un’attività intensa solo in un periodo ben determinato dell’anno, per poi rallentare per i restanti mesi. Un esempio potrebbero essere alberghi particolarmente attivi solo durante eventi periodici, come ad esempio le sagre ei mercatini di natale.

Alberghi di mare, sono quelle strutture ricettive che rimangono attive solo durante i mesi caldi, per poi rallentare per il resto dell’anno. Questi alberghi sono anche detti monostagionali estivi.

Alberghi di montagna, ne fanno parte le strutture ricettive particolarmente attive solo durante la stagione invernale (per gli sport invernali, ma non solo) e durante la stagione estiva. In questo caso vengono definiti anche alberghi bistagionali, estivi e invernali.

 

Ti ho chiaramente offerto solo un’idea generale sull’argomento, resto a disposizione per eventuali approfondimenti tramite berniegallotta76@gmail.com

Alla prossima!