Schermata 2023-05-02 alle 17.32.30

FACEBOOK DA PROFESSIONISTI - parte 2

di Fabio Riva

Proseguiamo l’argomento iniziato nel precedente articolo, ovvero come utilizzare Facebook da vero professionista.

Nel precedente articolo abbiamo parlato del profilo privato e dell’utilizzo della pagina. Abbiamo inoltre parlato dei gruppi, dei vantaggi che offrono e di come poterli sfruttare a nostro vantaggio.

 

LO SHOP

Una funzione molto utile ed interessante che hanno le pagine su facebook è la possibilità di creare quello che viene chiamato “Shop”.
Con lo shop su Facebook, gli utenti possono visualizzare tutti i prodotti dell’azienda, cercare specifici prodotti e accedere alle informazioni sul prezzo, le opzioni di colore e le taglie disponibili. Una volta selezionato un prodotto, l’utente può aggiungerlo al carrello e procedere al checkout tramite la piattaforma stessa. Inoltre, è possibile integrare lo shop di Facebook con altre piattaforme di e-commerce, come Shopify e WooCommerce, per semplificare il processo di gestione degli ordini e delle informazioni sui prodotti.

Nel settore turistico non è possibile vendere direttamente tramite lo shop, tuttavia rimane pur sempre una vetrina dei propri viaggi in cui inserire fotografie, descrizioni e rimandare poi l’utente interessato verso la pagina specifica sul proprio sito web.

 

DARK POST E WHITE POST

Al giorno d’oggi, come abbiamo già visto, l’algoritmo di facebook non favorisce sicuramente i post organici, che vengono mediamente visualizzati solo dal 5% circa dei nostri follower.
Questo vuol dire che ogni 1.000 follower della nostra pagina, le persone che vedranno apparire nel proprio feed i nostri contenuti saranno solamente 50.
Capite quindi che una strategia puramente organica non è sostenibile.
A questa va sicuramente associata una strategia pubblicitaria, che permette quindi di “dare una spinta” ai nostri contenuti e raggiungere più persone.

Le inserzioni possono essere effettuate in modalità pubblica, in gergo tramite “white post” (post in chiaro), vale a dire contenuti postati direttamente sulla pagina e poi sponsorizzati, oppure con sponsorizzazioni che non appaiono come post della pagina, e si chiamano “dark post” (post nascosti), perché arrivano a colpire un pubblico specifico, ma senza apparire sulla pagina.

 

GESTIONE INSERZIONI VS CENTRO INSERZIONI

Ad oggi esistono due modalità per poter fare inserzioni su facebook, una avviene tramite il Centro inserzioni e l’altra tramite Gestione inserzioni.
Anche se molti si confondono tra queste due modalità, vediamo di fare un po’ di chiarezza:

I post sponsorizzati tramite il centro inserzioni, vengono definiti anche “post in evidenza” e rappresentano il modo più veloce e più semplice di fare pubblicità su facebook. Al Centro Inserzioni si può accedere sia a partire dal nostro profilo personale sia andando sulla home della fanpage di cui vogliamo mettere in evidenza i post.

Cosa possiamo impostare in gestione inserzioni?
➔ Una versione semplificata del pubblico. in questo caso Facebook ci permette di creare pubblici semplici partendo da fan, amici dei fan e un pubblico targettizzato con determinate caratteristiche di base.
➔ Il posizionamento: qui di default Facebook ci suggerisce di lasciare il posizionamento automatico. Qualora decidessimo invece di scegliere noi avremmo solo le opzioni basiche sulle piattaforme (FB, IG e Messenger). In Gestione Inserzioni invece, per ogni piattaforma, potremo scegliere anche varie tipologie di posizionamenti.
➔ Budget e durata: in questo caso daremo il giorno di partenza dell’inserzione, il numero di giorni che vogliamo che duri ed il budget che siamo disposti a spendere complessivamente, ovvero per tutta la durata dell’inserzione.

Lo strumento Gestione Inserzioni, è invece lo strumento che Facebook ha creato appositamente per per gestire la pubblicità in piattaforma in modo professionale.
Rispetto al centro inserzioni, permette di scegliere tra una grande varietà di obiettivi, ovvero lo scopo per cui facciamo la pubblicità (ad esempio ottenere visite verso il sito web, ottenere messaggi su whatsapp o lead tramite moduli). Una volta scelto l’obiettivo di atterra nell’area in cui possiamo impostare molti parametri come ad esempio il pubblico, il budget, la programmazione temporale, i posizionamenti e la tipologia di ottimizzazione.

Per quanto riguarda il budget, Gestione inserzioni permette di impostare un budget totale o un budget giornaliero, scegliendo anche se impostare una data di fine dell’annuncio oppure se lasciarlo andare ad oltranza fino a quando decidiamo poi di fermarlo.

Mentre sul Centro Inserzioni è possibile solo scegliere su quali piattaforme mostrare l’annuncio, qui non solo è più ampia la scelta delle piattaforme ma, per ciascuna di esse, è possibile anche selezionare specifici posizionamenti (es. feed, stories, ecc.)

Un’ulteriore funzionalità presente solo in gestione inserzioni è chiamata “ottimizzazione e pubblicazione”, che permette di scegliere come vogliamo ottimizzare il gruppo di inserzioni, sulla base delle proposte che Facebook stessa ci propone, in modo che la piattaforma esporrà le nostre inserzioni alle persone più propense a compiere quell’azione scelta.

 

TRASPARENZA DELLA PAGINA E LIBRERIA INSERZIONI

Concludiamo questo articolo parlando di uno strumento molto interessante che Facebook ci mette a disposizione, utile soprattutto per studiare come si muove la concorrenza.
Stiamo parlando della “Trasparenza della pagina”, lo strumento che ci fornisce innumerevoli dati, quali la data di creazione della pagina e se abbia campagne sponsorizzate attive.
Tutto ciò è possibile poiché le informazioni inerenti tutte le campagne pubblicitarie ospitate dalla piattaforma sono raccolte nella Facebook AD Library (Libreria inserzioni di Facebook), accessibile a chiunque.
Per alcune campagne su tematiche politiche o di interesse sociale si può addirittura scoprire l’importo stanziato.