Schermata 2023-05-02 alle 17.33.13

COME VENGONO ASSEGNATE LE STESSE AGLI ALBERGHI IN ITALIA?

di Bernie Gallotta

In questo articolo ti accompagno alla scoperta dei requisiti richiesti ad ogni hotel per accedere ad una di queste categorie e come è cambiato il sistema di valutazione delle strutture ricettive nel corso degli anni.

La classificazione degli hotel è un tema abbastanza delicato, perché (purtroppo) varia da nazione a nazione e, anche all’interno del territorio italiano, esistono (o sono esistite) importanti differenze regionali, in quanto il tema è stato spesso normato da regolamenti locali piuttosto che nazionali.

La storia normativa della classificazione degli hotel italiani ha subito nel corso dei decenni delle variazioni. La prima norma che ha provato a regolare la materia risale addirittura al 1925, quando con Decreto Regio nr. 1102 prima, e successivamente con regio decreto legge del 1937, n. 975, veniva resa obbligatoria una classificazione delle strutture ricettive, suddividendo gli alberghi in 5 categorie (dalla prima alla quarta, più una categoria lusso), le pensioni in 3 diverse categorie e le locande in una sola categoria. Solo nel 1983, con la legge 217, viene assegnata la competenza in materia alle regioni e viene introdotto il sistema di classificazione con le stelle. L’ultimo intervento legislativo in materia risale al 2001, quando con la legge 135 viene ridefinita la cubatura delle stanze degli alberghi. Insomma, nonostante lo stato sia intervenuto in materia, la competenza sulla questione rimaneva in gran parte alle regioni. Nonostante gli alberghi italiani fossero allora classificati con un metodo uniforme, rimanevano delle differenze tra regioni e regioni all’interno dello stivale.

L’introduzione delle diverse categorie di hotel risale al 1937, quando in Italia venne introdotta la prima tipologia di classificazione, che suddivideva le strutture ricettive in 5 diverse categorie in ordine crescente dalla prima alla quinta. Questo sistema si basava sull’assegnazione di un punteggio, basato sulla gamma di servizi presenti all’interno della struttura. L’unico problema di questa classificazione era dato dalle differenze regionali, per cui ai servizi presenti in hotel veniva dato un peso differente. Se in una regione, ad esempio, veniva dato un determinato punteggio per un determinato servizio (ad esempio la reception aperta 24/24) in un’altra regione allo stesso servizio veniva dato un punteggio diverso.

La rivoluzione sul tema avviene solo nel 2008, quando viene introdotto il sistema Italy Stars & Rating con il DPCM 21/10/2008. Il sistema entra in vigore per gli hotel di nuova costruzione o per quelli che ristrutturano, i quali sono oggi sottoposti a linee guida da soddisfare valide allo stesso modo in tutta Italia, nonostante permangano ancora oggi alcune differenze tra regione e regione. Il sistema di classificazione degli hotel Italy Stars & Rating trasforma il sistema delle categorie attribuendo alle strutture ricettive da 1 a 5 stelle in base a  specifici requisiti che devono rispettare.

I requisiti per un hotel ad una stella | ★

  •     Reception in presenza 12 ore su 24;
  •     Camera matrimoniale di almeno 14 mq e bagno di almeno 3 mq;
  •     Pulizia delle camere una volta al giorno;
  •     Il cambio della biancheria deve essere fatto almeno una volta a settimana.

 

I requisiti di un hotel a 2 stelle | ★★

  •     Reception in presenza 12 ore su 24;
  •     Camera matrimoniale di almeno 14 mq e bagno di almeno 3 mq;
  •     Pulizia delle camere una volta al giorno;
  •     Il cambio della biancheria deve essere fatto almeno 2 volte a settimana;
  •     Presenza di un ascensore;
  •     L’80% delle camere deve avere un bagno privato.

 

I requisiti di un hotel a 3 stelle | ★★★

  •     Reception in presenza 16 ore su 24 e conoscenza di almeno una lingua straniera da parte del personale;
  •     Servizio bar con la presenza di almeno un addetto per minimo 12 ore al giorno;
  •     Pulizia delle camere una volta al giorno;
  •     Camera matrimoniale di almeno 14 mq e bagno di almeno 3 mq;
  •     Il cambio della biancheria deve essere fatto almeno 2 volte a settimana;
  •     Presenza di un telefono in camera;
  •     Presenza di un ascensore;
  •     Tutte le camere devono avere un bagno privato;
  •     Il personale deve indossare una divisa;
  •     Presenza di un servizio di connessione ad internet;
  •     Presenza di un televisore in tutte le camere;
  •     Presenza di una cassaforte in almeno il 50% delle camere.

 

I requisiti di un hotel a 4 stelle | ★★★★

  •     Reception e bar in presenza 16 ore su 24 e conoscenza di almeno due lingue straniere da parte del personale;
  •     Pulizia delle camere una volta al giorno e riassetto pomeridiano;
  •     Camera matrimoniale di almeno 15 mq e bagno di almeno 4 mq;
  •     Presenza di un telefono in camera;
  •     Il cambio della biancheria deve essere fatto quotidianamente;
  •     Presenza di un ascensore;
  •     Tutte le camere devono avere un bagno privato;
  •     Il personale deve indossare una divisa;
  •     Presenza di un servizio di connessione ad internet;
  •     Presenza di un televisore satellitare in tutte le camere;
  •     Presenza di una cassaforte in tutte le camere;
  •     Servizio di trasporto bagagli;
  •     Servizio di lavaggio e stiratura indumenti per gli ospiti;
  •     Presenza di un asciugacapelli, linea cortesia e accappatoio in bagno.
  •     Presenza di un parcheggio per almeno il 50% delle camere;
  •     Presenza in camera di un frigobar e una poltrona;
  •     Presenza di una palestra, una piscina e almeno un ristorante;
  •     Presenza di almeno una sala congressi.

 

I requisiti di un hotel a 5 stelle | ★★★★★

  •     Reception e bar in presenza 24 ore su 24 e conoscenza di almeno tre lingue straniere da parte del personale;
  •     Pulizia delle camere una volta al giorno e riassetto pomeridiano;
  •     Camera matrimoniale di almeno 16 mq e bagno di almeno 5 mq;
  •     Presenza di un telefono in camera;
  •     Il cambio della biancheria deve essere fatto quotidianamente;
  •     Presenza di un ascensore;
  •     Tutte le camere devono avere un bagno privato;
  •     Il personale deve indossare una divisa;
  •     Presenza di un servizio di connessione ad internet;
  •     Presenza di un televisore satellitare in tutte le camere;
  •     Presenza di una cassaforte in tutte le camere;
  •     Servizio di trasporto bagagli;
  •     Servizio di lavaggio e stiratura indumenti per gli ospiti;
  •     Presenza di un asciugacapelli, linea cortesia e accappatoio in bagno.
  •     Presenza di un parcheggio per almeno il 50% delle camere;
  •     – Presenza in camera di un frigobar e una poltrona;
  •     Presenza di una palestra, una piscina e almeno un ristorante;
  •     Presenza di almeno una sala congressi;
  •     Presenza di camere di alto livello, denominate suite;
  •     Accortezze per la riduzione dei rumori interni.

 

Esistono hotel che ricevono una classificazione intermedia tra le classiche 5 stelle. Si tratta nello specifico degli hotel a 3 stelle o 4 stelle superior, che viene spesso abbreviato indicato una semplice S maiuscola accanto al numero di stelle. In questo caso si tratta di un hotel che ha raggiunto un punteggio superiore a quello richiesto per l’accesso a quella categoria, ma che non raggiunge il punteggio necessario per l’accesso alla categoria successiva. 

Segnalo infine che oltre le 5 stelle vi è solo la categoria lusso (identificata da una L) che intende un hotel non solo distinto, elegante, abbondante, raffinato e costoso ma anche esclusivo, originale e in grado di soddisfare ogni esigenza dei propri Ospiti.